17 novembre 2005

Fiori Gialli Papaveri Rossi - 7

PAGLIACCIO

E così anch' io

sono stufo di essere il tuo pagliaccio;

anch' io pensa

il più fedele dei bambolotti

che butti via ogni giorno

per giocare.

Già altri fanno la fila

per il mio posto.

Ho percorso solo

il mio viale d' autunno

le foglie morte cadevano per strada

e il vento

triste

mi accarezzava i capelli,

io solo

e la pioggia

fredda

mi scavava la pelle.

E' stato bello

amore

ma adesso è primavera.

UN GAROFANO ROSSO



Un garofano rosso

tra le rovine del mio quadro;

puoi vedere i suoi occhi neri

i capelli crespi

tra la gente che urla atterrita

grandi mani

volti che sfuggono nell' aria

e groviglio di membra

occhi sbarrati;

un mondo disperato in bianco e nero

e lui

il garofano rosso

in mezzo

una orribile pozza di sangue.

IMMAGINI


Ritornano le immagini

e l' inverno ritorna

intorno agli alari del camino;

il tuo montgomeri bianco

lasciato sul divano

e il fuoco che arde

illumina la stanza:

sul muro un' immagine.

Io ballavo con te

giocavo con i tuoi capelli

parlavo davanti alla tua bocca.

Le finestre erano quadri sbiaditi

un orto spogliato dall' inverno

gli alberi grigi

sul camino la vecchia foto in bianco e nero....

ritorna la tua immagine