15 novembre 2005

Fiori Gialli Papaveri Rossi - 6

UNA DONNA SOLA


Ma forse sei soltanto una donna sola

le stagioni passano sul tuo corpo

senza toccarlo,

il tempo ha paura di toccarlo

stupido come me

che mi ostino ad aspettare

la sera davanti al telefono,

la mattina sulla sabbia rovente

Oggi sono uscito con un' altra

ciao vecchia amica senza cuore.


AVREI VOLUTO ESSERE IO


Avrei voluto essere io, lo sai

ad averti quell' attimo

a guardare il tuo sguardo

e sentirlo mio

E invece lui,

venuto chissà da dove,

ha trovato il fiore

tra le ortiche,

il tuo profumo....

solo lui poteva sentirlo

senza morire

Addio sogni

addio collina che nascondi il sole

addio scogli del porto

la barca amica mia non parla più con me

alla sera

non mi nasconde alla sua ombra.

Avrei voluto essere io

e invece un altro ti ha detto queste cose

e la luna ingenua è venuta a raccontarmelo

forse per farmi un piacere

forse per farmi morire.

E domani ti vedo come ieri

torno a sorriderti

torno ad aspettarti

come ho aspettato che diventassi donna

per consegnare il tuo fiore

a un figlio di puttana come tanti.



BAMBOLE DI PEZZA


Eri la mia piccola amica

l' unica a riempire i miei giorni,

a regalarmi alla sera un sogno diverso.

Forse per questo ti ho guardato

ogni giorno giocare con le bambole

e distruggerle come stracci vecchi.

Forse per questo ti ho cullata

quando avevi paura

ti ho protetta

quando volevano prenderti

venerata quando mi cercavi

e invidiata quando mi cacciavi.

Adesso hai una nuova bambola di pezza

rompimi come le altre

(sono arrivati i giocattoli nuovi).